“EE.UU. ha partecipato al conflitto salvadoregno per impedire l’espansione comunista”

Due decadi or sono la storia di El salvador è stata marcata dalla guerra civile. EE.UU. ha partecipato attivamente a questo conflitto perchè temeva che il “contagio comunista” poteva arrivare alle sue frontiere, afferma l’esperto Roberto Cañas.
Negli anni ottanta El salvador ha vissuto una prolungata crisi politica marcata da sanguinosi affronti tra le truppe governative e le truppe del Fronte Farabundo Martì per la Liberazione Nazionale. In questo conflitto, che è stato considerato anche ideologico, le autorità salvadoregne sono rimaste alleate con L’Amministrazione statunitense, mentre l’opposizione di sinistra ha continuato la sua visione comunista.
Il docente e investigatore universitario che ha firmato gli accordi di pace di El Salvador, Roberto Cañas, ha dichiarato per RT che la partecipazione dell’Amministrazione dell’EE.UU. nel conflitto armato salvadoregno ” è stato un fattore che ha prolungato la guerra”.
Per l’Amministrazione del Nordamerica il problema del conflitto armato in Centroamerica, come in Nicaragua e come in El Salvador, è stato un problema di sicurezza nazionale ed era visto secondo la dottrina Nordamericana come parte dell’espansionismo sovietico-cubano nella regione, ha sottolineato l’esperto.
“L’Amministrazione Nordamericana cercava di detenere le lotte che insorgevano in Nicaragua e in El salvador perchè pensavano che poteva avere un effetto di dominio”.
Gli intenti della presenza statunitense nella politica dell’America Latina sono giustificati non solo perchè temevano il propagarsi del comunismo nel continente, ma anche perchè poteva minacciare le sue frontiere, sostiene Cañas.
” Era una fantasia, una incertezza ma l’Amministrazione Nordamericana in questo modo era estesa e per questo motivo cercavano di detenere le lotte che insorgevano in Nicaragua e in El salvador perchè pensavano che potevano scatenare un effetto dominante che poteva far cadere il Nicaragua, El salvador, il Guatemala, fino a corrompere anche le frontiere del Messico e minacciare le frontiere dell’EE.UU.” continua l’esperto spiegando la sua visione.
Sebbene il conflitto non è mai stato dichiarato in maniera ufficiale, il costo umano e la partecipazione statunitense nella consulenza e nell’addestramento degli squadroni della morte ancora causano oggi testimonianze che sfidano la logica e i diritti umani“EE.UU. ha partecipato al conflitto salvadoregno per impedire l’espansione comunista”

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...