H.E. Marquis Dr. Ing. COLOMBO MARCO LOMBARDO: I Premi Nobel per la Pace sollecitano Obama sul Trattato destinato al commercio delle armi

Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, dovrà prendere l’iniziativa di garantire un forte e globale Trattato destinato alla limitazione del commercio delle armi, ha dichiarato, il 14 marzo, un gruppo di 18 vincitori del Premio Nobel per la Pace in una lettera aperta inviata al Premio Nobel per la Pace della Casa Bianca.
Amnesty International, Medici Internazionali per la prevenzione della guerra nucleare e il Dr. Óscar Arias sono tra i premi Nobel, come anche i leader dei diritti umani, delle questioni umanitarie e del disarmo in Africa, nelle Americhe, in Europa e nel Medio Oriente e nel Nord dell’Africa.
La lettera è stata consegnata prima dei dibattiti che inizieranno oggi, 18 marzo, presso l’ONU a New York per concludere i negoziati su un trattato storico, volto a regolamentare il commercio mondiale delle armi che è tenuto scarsamente sotto controllo.
“Gli Stati Uniti e gli altri Stati che sono fornitori di armi hanno un dovere morale e un interesse di sicurezza nazionale, nel contribuire al raggiungimento del trattato, allo scopo di tutelare i diritti umani e salvare le vite dei civili intrappolati nel mirino dei conflitti alimentati dal commercio irresponsabile e internazionale delle armi convenzionali “, hanno espresso i Premi Nobel nella lettera.
“Non possiamo accettare la morte di centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo che sono abbattuti ogni anno, o milioni di feriti rimasti traumatizzati”, hanno continuato.
“La sfida che abbiamo davanti non è solo quella di ottenere un documento firmato”, ha detto il Dott. Óscar Arias Sánchez, ex Presidente del Costa Rica e Nobel per la pace nel 1987. “La sfida che abbiamo davanti è quella di rendere giustizia alle vittime della violenza. La sfida che abbiamo davanti è quella di garantire che il nostro obiettivo diventi realtà. Questi uomini, donne e bambini meritano niente di meno che un’azione rapida ed efficace. ”
Il commercio scarsamente regolamentato internazionale delle armi convenzionali – che vale ben oltre i 70 miliardi di dollari l’anno – i combustibili da conflitto, la violenza, e le gravi violazioni dei diritti umani, provocano effetti devastanti sulla salute, sulla sicurezza, e sullo sviluppo sociale e economico.
Secondo la lettera, l’attuale assenza di norme internazionali giuridicamente vincolanti che rigorosamente disciplinano il commercio mondiale delle armi convenzionali rappresenta un “colossale fallimento” della comunità internazionale.
“Come medico africano, ho visto personalmente troppo sofferenza umana provocata dalla violenza delle armi. Il commercio delle armi non regolato provoca una catastrofe globale della salute pubblica “, ha affermato Robert Mtonga, co-Presidente dei medici internazionali 1985 dei Nobel per la Pace e per la Prevenzione della guerra nucleare.
“Un forte Trattato sul commercio delle armi sarà un enorme passo avanti nella prevenzione di ulteriori lesioni e la morte inutile provocata dalla violenza armata. Il sostegno del Presidente Obama migliorerà le prospettive per raggiungere questo accordo umanitario urgente. ”
Amnesty International ha ripetutamente segnalato la necessità di una regola d’oro nel Trattato sul commercio delle armi richiedendo agli Stati di fermare un trasferimento internazionale di armi che contribuisce ai crimini di guerra e a altre gravi violazioni dei diritti umani. Il movimento per i diritti umani lavora da quasi due decenni, a garanzia di un trattato sul commercio delle armi con la tutela dei diritti umani.
Come il più grande esportatore mondiale di armi gli Stati Uniti, sotto Obama, sono in una posizione unica per giocare un ruolo di primo piano nella realizzazione di un trattato forte.
“Quando il Comitato per il Nobel ha assegnato al Presidente Obama il Premio Nobel per la Pace nel 2009, è stata riconosciuta la sua aspirazione a un cambiamento positivo nel suo paese e nel mondo – questo trattato è una prova del nove per il Presidente degli Stati Uniti per dimostrare che può fornire uno strumento globale credibile per tenere a freno le attività irresponsabili del commercio internazionale delle armi”, ha dichiarato Brian Wood, responsabile del controllo degli armamenti e dei diritti umani di Amnesty International.
“Ogni capitale in tutto il mondo starà a guardare e in attesa – milioni di vite sono state rovinate ogni anno per le atrocità nel mondo a causa del commercio e del rifornimento delle armi e degli abusi, e i superstiti ne hanno avuto già abbastanza. L’opinione mondiale non accetterà una Trattato moderato di scappatoie “.

Background:

1. Amnesty International ha ricevuto il Nobel per la Pace nel 1977 per “aver contribuito a garantire la libertà sulla terra, per la giustizia, e quindi anche per la pace nel mondo”. Medici Internazionali per la Prevenzione della Guerra Nucleare (IPPNW) ha ricevuto il premio nel 1985, e il Dr. Oscar Arias è stato insignito del premio nel 1987.
2. I 18 Premi Nobel per la Pace che hanno co-firmato la lettera sono: Leymah Gbowee (2011); Tawakkol Karman (2011), Shirin Ebadi (2003), Jimmy Carter (2002), John Hume (1998), Jody Williams (1997), Campagna Internazionale Contro le Mine (1997); Conferenze Pugwash sulla scienza e gli affari del mondo (1995), Rigoberta Menchú Tum (1992), Óscar Arias Sánchez (1987); Medici Internazionali per la Prevenzione della Guerra Nucleare (1985), Desmond Tutu Mpilo (1984 ), Adolfo Pérez Esquivel (1980), Amnesty International (1977), Mairead Corrigan Maguire (1976), Betty Williams (1976), American Friends Service Committee (1947), International Peace Bureau (1910).530380_4674737277999_216861150_n151033_422107054524368_694365869_n

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...