Sua Eccellenza Dr. Ing. Acc. Mult. Colombo Marco Lombardo: 1maggio in Africa diversamente celebrata

7379d-530380_4674737277999_216861150_nGli Africani celebrano ogni anno la festa del lavoro. Questo tradizionale appuntamento del 1 ° maggio è l’occasione per dimostrare e denunciare al potere le condizioni di lavoro degli operai, per chiedere salari più alti e un maggiore impiego. Ma se il Labor Day è celebrato in tutto il continente, l’atmosfera non è la stessa. rfi.fr offre una breve panoramica degli eventi del 1 maggio in Africa, tra i quali il Senegal, il Ciad e il Congo-Brazzaville.

1-maggio sotto il segno dell’unione

In Senegal , il 1 maggio è stato segnato da un unico raduno sul palco del Iba Mar Diop di Dakar. Questo è il primo del suo genere nel paese. Il movimento operaio ha perso il suo lustro negli ultimi anni. Soffre di divisioni e di rappresentanze deboli. Ben consapevoli che l’unione fa la forza, i primi cinque centri del paese (SUDES, CNTS, ASAS, CSA e UDT), che rappresentano oltre l’80% del movimento operaio in Senegal sono riusciti a partecipare alla sfida.

Per una boccata d’aria fresca

Questa raccolta unita è la prima pietra di un fronte comune che i sindacati hanno voluto battezzare per meglio esporre le loro richieste: il prezzo delle materie prime, gli affitti, i carburanti, l’elettricità, l’acqua, i precari l’occupazione, e la disoccupazione giovanile. I sindacati chiedono soprattutto alle autorità il dialogo e il rispetto degli accordi.

“Il dialogo sociale è fallito in questo paese. Non c’è alcuna trattativa tra lo Stato e le organizzazioni sindacali, “lamenta Mamadou Diouf, segretario generale della Confederazione autonoma e portavoce della coalizione dei sindacati. Mamadou Diouf parla anche di “un calo significativo” a causa dell’avvento al potere del Presidente Macky Sall:” La nostra lista di lamentele, la metteremo sulla scrivania del capo di Stato “, continua il sindacato che avverte: “Siamo pronti a impegnarci in una battaglia contro le autorità se non saremo ascoltati”.

Clima sereno

In Ciad, questa è una cosa rara in un paese dove il Governo e i sindacati sono stati spesso ai ferri corti. Dopo mesi di sciopero e la firma di un accordo a fine marzo con il Governo, il Segretario Generale dell’Unione dei Sindacati del Ciad, François Djondang ritiene che molti lavoratori del Ciad ha ottenuti aumenti e la revoca delle sanzioni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...