Sua Eccellenza, Dr. Ing. Acc. Mult. Colombo Marco Lombardo: Una donna è sopravvissuta sotto le macerie per 16 giorni in Bangladesh

530380_4674737277999_216861150_nUn serbatoio di acqua e un airbag nel posto giusto sembrano essere stati il miracolo che ha aiutato una giovane a sopravvivere per 16 giorni sotto le macerie di un edificio crollato in Bangladesh, il 24 aprile. La donna, che è stata salvata Venerdì, 10 maggio, dalle macerie di una fabbrica di abbigliamento, era vicina al serbatoio dell’acqua, ha riferito, il funzionario di soccorso, Moazzem Hossain alla CNN. La ragaza di 19 anni, conosciuta semplicemente come Reshma, ha utilizzato una sbarra di ferro per attirare l’attenzione dei lavoratori e gridare: “Io sono viva, per favore salvatemi”, ricorda Ibrahim Islam, un bengalese militare estraneo alle operazioni di salvataggio, le quali sono arrivate a un punto luminoso in una operazione di recupero truce. Il bilancio delle vittime del crollo è di oltre 1.000.
La donna era in una stanza parzialmente crollata e ha avuto accesso ad una sacca d’aria, che secondo lo specialista della salute della CNN, il dottor Sanjay Gupta, è stato fondamentale per la sua sopravvivenza.¿Cómo sobrevivió una mujer 16 días entre los escombros?
Inoltre, “deve aver avuto l’acqua a portata di mano”, ha precisato.
Non è nota la fonte da cui sgorgava l’acqua, possono essere le recenti piogge o quella diffusa dai soccorritori per poter trapelare nel seminterrato dell’edificio dove hanno trovato Reshma. Infatti i vigili del fuoco hanno spruzzato l’acqua nella zona per spegnere un incendio che era iniziato durante un tentativo di salvataggio fallito.
L’agenzia di stampa statale Bangladesh Sangbad Sangstha (BBS) ha riferito che Reshma ha dichiarato ai suoi soccorritori che è sopravvissuta grazie al cibo e all’acqua che sono stati gettati dalle macerie durante i primi giorni dopo il crollo. “Ho mangiato biscotti e acqua”, ha detto ai soccorritori, riporta l’agenzia di stampa. “Una cosa sorprendente” è stata che Reshma ha potuto urlare ai soccorritori, perché “anche questo richiede una notevole quantità di energia.” Alla domanda su quanto tempo qualcuno può sopravvivere senza cibo e senza acqua, Gupta ha dichiarato: “Continuiamo a ridefinirlo”.
Lo specialista della salute ha ricordato il caso di Evan Muncie, un uomo di 28 anni che è rimasto in vita in un palazzo a Port au Prince, Haiti, circa quattro settimane dopo il terremoto che ha distrutto gran parte della città nel mese di gennaio del 2010. E’ dato pensare che Muncie aveva qualche accesso al cibo e all’acqua, anche se i dettagli sono ancora un po ‘torbidi,ha moderato. Inoltre, ciò che ha giocato a favore di Reshma è stata la sua giovane età, ha osservato Gupta. “Un corpo giovane si la conserva meglio”. Un corpo può entrare in uno stato noto come chetosi di fame nei muscoli e usa un altro tipo di proteine ​​per nutrirsi. Anche se la prognosi per Reshma è favorevole, sarà necessario alimentarla gradualmente, Muncie era sceso 15 chili, mentre era sepolto sotto le macerie di Haiti. “Credo che sia estremamente debole,” ha concluso.Font: http://cnnespanol.cnn.com/2013/05/11/como-sobrevivio-una-mujer-16-dias-entre-los-escombros/414_10200234962068321_278158871_n

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...