Sua Eccellenza, Dr. Acc. Colombo Marco Lombardo: Adozione delle pupille dello Stato, il dispositivo di ricorso ha votato

530380_4674737277999_216861150_nIl Parlamento ha definitivamente adottato nella notte, tra giovedì e venerdì, 18 e 19 luglio, il progetto di legge che precisa che può essere disposto un ricorso contro una decisione la quale dichiara che un bambino “pupilla dello Stato”, è “adottabile”. Il progetto sul quale il Governo ha chiesto la procedura accelerata (d’urgebza, una sola lettura aper Camera), è stato adottato all’unanimità dai senatori. Il progetto di Legge presentato dal Ministro della Famiglia, Dominique Bertinotti, è stato necessario in seguito a una decisione del Consiglio costituzionale del 27 luglio del 2012. Riguardava una questione prioritaria costituzionale (QPC), che aveva censurato una disposizione del Codice di azione sociale e delle famiglie (CASF), che organizza i ricorsi contro la decisione di riconoscere come pupille dello Stato alcuni bambini abbandonati o orfani. Questo ricorso, presentato presso il Tribunale di grande istanza, è aperto a alcuni genitori e sotto alcune condizioni, ai tutori dei bambini o a tutti coloro i quali giustificano un legame con il minore, e deve essere presentato entro un termine di 30 giorni. L’OPC è stato disposti per quei nonni che non possono esercitare questo ricorso. Il testo adottato precisa dunque il campo di individui che hanno diritto a contestare il blocco che fa del bambino una pupilla dello Stato: il padre naturale, e i membri della famiglia della madre o del padre naturali quando il bambino è nato sotto X. Ciò comprende principalmente la notifica di un provvedimento verso coloro che sono più vicine al minore, le quali avranno 30 giorni a partire dalla ricevuta di questa notifica a contestare l’arresto. ”Questo progetto di Legge apporta una risposta chiara a un problema circocritto ma che ricorre da anni, ed è stata quindi necessaria una revisione dello status della tutela dello Stato”, ha dichiarato la giornalista Isabelle Debré (UMP), la quale crede che il prossimo disegni di legge sulla famiglia potrà esserel’occasione per riflettere ulteriormente sul loro stato. “Saranno avanzate ulteriori discussioni sulla adozione”, ha assicurato Dominique Bertinotti.
Il 1 gennaio 2013 2345 avevano lo status di reparto Nazionale, contro i 7.700 di 25 anni fa.

Source: http://www.france24.com/fr/20130719-adoption-pupilles-letat-le-dispositif-recours-vote

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...