Sua Eccellenza, Dr. Acc. Colombo Marco Lombardo: Un video amatoriale rivela le barbarie delle guardie carcerarie in una prigione angolana

530380_4674737277999_216861150_nUn video che circola da Sabato, 24 agosto, sui social network, mostra decine di detenuti nella prigione centrale di Luanda, la capitale dell’Angola, che vengono picchiati dalle guardie, i quali a loro volta sono assistiti da elementi delle forze di sicurezza. Le ragioni di questo vero e proprio pestaggio continuano a rimanere opache, ma il nostro osservatore è felice che le violenze che subiscono i detenuti nei centri penitenzari congolesi, finalmente vengono messi in evidenza. Le immagini sono scioccanti. Trenta prigionieri seminudi, sono riuniti nel cortile del carcere e vengono picchiati dalle guardie carcerarie, dalla polizia e, più sorprendentemente, dai pompieri. La procedura è spesso la stessa: La vittima viene trascinata per terra e circondata da un gruppo di uomini che lo bastonano su tutto il corpo. Nell’ultima parte del video, scopriamo corpi segnati e volti storditi. Uno dei prigionieri lamenta di avere un braccio rotto. Due testimonianze oculari raccolte da FRANCE 24 sostengono che queste immagini sono state girate nel centro di detenzione Comarca Viana a Luanda da parte di un ufficiale della polizia con il suo telefono cellulare. Contattati da France 24, i dirigenti della Associazione per la difesa dei diritti umani Maka Angola, che hanno mandato in onda il filmato sui social network, specificano che l’operatore del video amatoriale ha dichiarato di voler far luce su queste pratiche. Per vari motivi non mostriamo il video che può essere visionato direttamente su Youtube: ‘DENÚNCIA Agressão da policia na cadeia de Viana Luanda’. Il Ministero degli Interni dell’Angola, prendendo atto di queste scene raccapriccianti ha emesso un comunicato lo scorso, 26 agosto, nel quale annuncia l’apertura di una inchiesta per identificare i responsabili. Questi atti di violenza risalgono al, 19 marzo 2012. Per la cronaca, il 2012 era stato segnato da un altro scandalo della prigione, verificato nel mese di settembre, che aveva infangato i funzionari del carcere Comarca Viana. Un video pubblicato sui social network aveva già dimostrato le sevizie che erano costretti a subire i detenuti, spingendo le autorità pochi mesi dopo a destituire dalla sua carica il direttore. All’epoca dei fatti, il Ministero dell’Interno aveva citato: “Un atto isolato, che non mette in pericolo la qualità del lavoro e la dedizione dei suoi dipendenti”. Di fronte a questa affermazione, le immagini barbare di Comarca Viana pubblicate in questi giorni hanno provocato confusione per due cose: O la corrispondenza delle immagini, come sostengono le autorità risale a una data precedente (19 marzo 2012) alla cacciata dal carcere del suo direttore (febbraio 2013), in questo caso il Governo può spiegare che stanno lavorando da allora per limitare i pestaggi, o sono molto più recenti, e ciò può contaminare la sua credibilità. Source:http://observers.france24.com/fr/content/20130827-video-amateur-devoile-barbarie-matons-une-prison-angolaise-luanda-police-pompiers link aiuo

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...